Utilità ed informazioni

La farmacovigilanza per gli animali

A cura della Dott.ssa Lia Di Bartolomeo

Farmacovigilanza

Per Farmacovigilanza si intende un piano di sorveglianza post marketing che mira, tramite una integrazione di dati definita ed assicurata per legge, a tutelare la salute pubblica tramite la segnalazione rapida di eventi avversi legati ai farmaci da parte di medici, farmacisti, veterinari, aziende produttrici etc.
Ciò consente la rapida raccolta dei dati che possono essere elaborati velocemente in modo da attuare  all'occorrenza metodi restrittivi  relativi alla distribuzione del farmaco o alla sua  immissione in commercio.

Dopo aver terminato l'iter sperimentale di un farmaco, e quindi dopo aver ottenuto l'AIC, il neo farmaco entra nella fase sperimentale più ardua e complessa: l'approccio con il pubblico, cioè la somministrazione dello stesso ad un pubblico non campione ma reale. L'obiettivo ultimo della Farmacovigilanza si traduce sinteticamente nel discernere celermente delle nuove reazioni al farmaco non individuate antecedentemente nella sperimentazione,  nell'ottimizzare e nell'ampliare  le nozioni relative alle reazioni che ci attendiamo, nel diffondere tali nozioni al fine di sviluppare in miglior maniera i protocolli terapeutici e nel determinare eventuali benefici di quel farmaco rispetto ad altri.

La farmacovigilanza è presente sia per i farmaci umani che veterinari. In questa ultima classe però le segnalazioni di eventi avversi sono assai rare, purtroppo ciò influisce negativamente sulla tutela dei tre aspetti fondamentali relativi all'efficacia, qualità e sicurezza di un farmaco.
Per il farmaco veterinario il vertice del sistema di farmacovigilanza risiede nel Ministero della Salute, all'interno del quale vi sono persone che lavorano alla decodificazione dei dati, inviati in maniera standardizzata, consentendo una vigilanza sul farmaco veterinario.
Per quanto concerne il farmaco umano il  sistema nazionale di farmacovigilanza ha come vertice l'AIFA, la quale si occupa di promuovere l'informatizzazione dei flussi, coordinandosi con il ISS con il quale promuove gli studi di farmacoutilizzazione , FV attiva e FE.

Eudravigilance: sistema integrato di farmacovigilanza europea

È il sistema informativo previsto dall'Emea per consentire alle Autorità Competenti dell'Area Economica Europea, alla Commissione Europea e all'EMEA stessa, di mantenere il controllo sulla sicurezza dei prodotti medicinali utilizzati nell'AEE. Permette lo scambio elettronico, la gestione e la valutazione dei rapporti relativi alle reazioni avverse sia di prodotti autorizzati che di prodotti in sperimentazione clinica.
Dunque con Eudravigilance la FVG dispone di un sistema che, raccogliendo in un unico database europeo informazioni provenienti dai singoli database nazionali, consente di potenziare la capacità di identificare precocemente segnali di rischio.

Torna alla sezione "Informazioni utili"