Veterinario online

Piometra in una gatta

Ho una gatta Norvegese Delle Foreste. A sette mesi Casablanca (questo è il suo nome) va in calore, ma la sua allevatrice non mi consiglia di farla accoppiare perchè ancora troppo giovane. Dopo quasi 15 giorni di laceranti miagolii, chiedo al mio veterinario se sia il caso di interrompere l'estro con una puntura anticoncezionale.
Una settimana dopo la micia comincia ad avere delle perdite giallastre dalla vagina: viene fatta un'ecografia che conferma il sospetto che ci sia una piometra. Si prova con un ciclo di antibiotici di 30 giorni, ma poi si deve intervenire d'urgenza con la sterilizzazione perchè le sacche di pus sono talmente estese che rischia la setticemia. Ora le domando: se un suo cliente le chiedesse di fare una puntura anticoncezionale alla sua gatta di razza da riproduzione, cosa farebbe? La ringrazio in anticipo per la sua cortese. Paola 

Cara Paola,
per me non esistono gatte di razza da riproduzione o non ma solo gatte...comunque personalmente non ho MAI fatto interruzioni di gravidanza con trattamenti medici poichè so bene quali sono i rischi che si corrono (parlo di rischi per la salute dell'animale); certamente nelle gatte è una metodica diffusa ma che non riguarda la mia concezione di medicina. I colleghi le avrebbero dovuto indicare quali erano i potenziali rischi per il suo gatto e penso che a quel punto avrebbe optato per altro...Mi spiace dell'inconveniente che le è capitato e spero che ora la sua micia stia comunque bene.

Torna all'elenco delle domande e risposte sui gatti