Veterinario online

Solitudine nel gatto

Ciao sono Nastassja, volevo un consiglio per il mio gatto Kimi che è un Maine Coon di quasi 5 anni (i suoi 6,5 kg se li porta bene!).
Ci siamo trasferiti da meno di 2 mesi e per lui è stato un trauma, perchè prima era abituato che vivevamo al piano terra e poteva uscire in giardino con altri gatti, mentre ora viviamo in 60mq al terzo piano. E' un gatto molto umano e tranquillo, non graffia mai (anzi ogni tanto mi preoccupo che sia troppo buono) ma quando ha fame sa come farsi sentire. Visto che prima era abituato a stare fuori e aveva la possibilità di correre in ampi spazi, ora lo vedo molto annoiato e spesso cerca la nostra attenzione. Mi piacerebbe molto prendergli un amichetto, come pensi che potrebbe reagire? Grazie in anticipo.

Cara Nastassja, in realtà i problemi che ti poni ad affrontare sono tutti derivanti da un solo ed unico “evento spiacevole” che il tuo gatto ha mal volentieri dovuto subire cioè il cambio di casa.

Conoscendo la particolare razza ti sarai resa conto di quanto un Maine Coon possa benissimo vivere in un appartamento, il contatto con le persone della famiglia con cui partecipa attivamente la propria vita rimane infatti per lui la cosa principale.
Il problema è che probabilmente si è generato uno stato di ansia, di noia, sarebbe stato utile in effetti agevolare il cambio di casa utilizzando dei feromoni (particolari odori che appagano il gatto).

Il mio consiglio è quello di utilizzare da subito dei feromoni, immettere questi odori nella tua casa e arricchirla di giochi come trappole, tubi, corde etc..quanto prima ; quando la situazione sarà migliorata potrà prendergli anche un amichetto/a.

Torna all'elenco delle domande e risposte sui gatti