Articoli vari sul gatto

Il gatto e le sue unghie

Articolo a cura del Dott. Daniele Barberini

Una delle caratteristiche peculiari del gatto, in quanto felino, è quella di avere le unghie retrattili, cioè ha la capacità di estrarle e di usarle volontariamente secondo la situazione.
Il gatto utilizza infatti le unghie per attaccare altri gatti o altri animali, per difendersi, per bloccare le prede una volta catturate, per avere un appiglio durante i salti tra una superficie e l’altra (hanno infatti un ruolo molto importante nel mantenere l’equilibrio per il gatto) e non ultimo quello di rovinare mobili, tappeti, tende, divani e molto altro ancora in casa.

Il motivo per cui il gatto sente il bisogno di “farsi” le unghie è legato alla necessità di consumarle: infatti durante la deambulazione (a differenza che nei cani) queste sono retratte e non entrano in contatto col terreno e non vengono consumate.
Per ovviare alla distruzione della casa si possono comprare i cosiddetti “tiragraffi” (in commercio ne esistono ormai di tutte le forme e dimensioni) con cui il gatto appaga la sua necessità di consumare le unghie.
Il problema sorge quando il gatto non utilizza il tiragraffio e rivolge la sua attenzione ai mobili di casa.

Per porre rimedio a questo inconveniente le unghie si possono tagliare, ma tenendo in considerazione l’enorme importanza che queste hanno per il mantenimento dell’equilibrio, con il rischio che al gatto, nell’effettuare dei salti, venga a mancare la presa e possa cadere procurandosi serie lesioni alle zampe o agli organi interni a seconda dell’altezza della caduta; inoltre una volta tagliate diventano delle vere e proprie lamette ancora più taglienti e pericolose e poi che in 7-10 giorni sono di nuovo ricresciute e che quindi il problema si ripresenta e che spesso è necessario sedare l’animale perché da sveglio non è possibile tagliarle.

In ogni caso prima di prendere una decisione è sempre meglio parlare con il proprio medico veterinario curante e farsi consigliare a seconda del caso specifico e dello specifico animale.

Torna all'elenco degli articoli sui gatti