Articoli vari

Coniglio: la riproduzione

Articolo a cura della Dott.ssa Lia Di Bartolomeo

La stagione degli amori nei conigli è determinata dalla lunghezza del giorno, in genere comincia in gennaio e termina in luglio.
Il periodo di gestazione dura 30-31 giorni e subito dopo il parto (già dopo sole 12 ore) la coniglia può rimanere di nuovo gravida, ciò equivale a dire che in una stagione una femmina può partorire anche 6 volte.
Spesso le coniglie stanno allattando i cuccioli della nidiata precedente mentre sono di nuovo in gestazione.

Non tutte le gestazioni vanno a buon fine, infatti evento frequente nelle femmine di questa specie è il riassorbimento fetale in utero.
Questa pratica consente al coniglio selvatico di non sprecare forze ed energie utilizzate per la gestazione e di non lasciare tracce che possano ricondurre predatori nella tana o nei pressi di essa.

I cuccioli nati vengono al mondo glabri, ciechi e sordi ma con un senso dell’olfatto molto ben sviluppato; in soli 18 giorni quintuplicano il loro peso, sono ricoperti da una folta “pelliccetta”, vedono ed ascoltano perfettamente quindi, in meno di un mese e già svezzati, si affacciano al mondo sociale e territoriale che li aspetta.

La maturità sessuale avviene entro il sesto mese mentre il termine per l’accrescimento scheletrico e fisiologico avviene entro il nono mese.

Torna all'elenco degli articoli sugli animali esotici