Veterinario online

Leishmania: cura e prevenzione

Ciao, il mio cane Golia ha avuto la leishmaniosi qualche anno fa, è stato curato ed ora sta bene.
Volevo sapere se ogni anno oltre alle analisi e a tutta la prevenzione tipo scalibor, devo fare qualche cura?
Golia è stato male quando ancora non lo conoscevo e il suo vecchio veterinario mi disse che doveva continuare a fare una terapia con l'allopurinolo in compresse mentre il mio veterinario non era d'accordo. Io a dire la verità seguii il consiglio del suo veterinario ma Golia dopo poco stette male con vomito, inappetenza e fegato ingrossato.
Sospesi la terapia sotto consiglio del mio veterinario e da allora Golia sta bene.
Alcuni padroni di cani anche loro malati mi dicono che devo fare una terapia una volta l'anno come terapia veterinaria ma il mio veterinario no. Cosa devo fare?

Cara Antonella,
la somministrazione di allopurinolo nel cane può dare, da letteratura, la formazione a lungo andare di uroliti di xantina (calcoli) mentre non sono riportati i sintomi che tu mi hai elencato (nell'uomo invece può dare disturbi gastro-enterici ed epatite).

Personalmente quando ho un cane malato di Leishmania faccio fare un ciclo di terapia seguito poi da nuovi esami del sangue (titolo anticorpale ed elettroforesi proteica come prassi) che mi serve come valutazione alla risposta alla terapia (associato sempre ad una visita clinica) e da questo decido se prolungare o meno la somministrazione di Allopurinolo.

Nel caso di Golia quindi ti consiglio di far eseguire annualmente gli accertamenti proposti dal collega curante e di intraprendere una terapia nel caso gli esami o la visita clinica lo richiedano.

Torna all'elenco delle domande e risposte sui cani