Le razze canine

Rottweiler

Articolo inviato da Alessio Gabbrielleschi.
Allevamento "Degli Idoli Neri" - Chiesina Uzzanese (PT)

Origini

RottweilerIl Rottweiler è una razza di origini molto antiche, risalente ai tempi degli antichi Romani e discendente dai mastini del Tibet. La robustezza fisica che lo caratterizza sarebbe infatti la tesimonianza di questa remota eredità.
Ripercorrendo gli avvenimenti di un lontano passato, Marco Polo, all'epoca dei suoi viaggi in Asia, scopri una razza di molossi che lo impressionò notevolmente, al punto che ne parlò persino nei suoi scritti.

Ecco un breve passo tratto da il Milione:
"Posseggono dei mastini che hanno le proporzioni di asini e che cacciano le fiere poichè sono altrettanto feroci". Sono descritti come cani dalla testa grossa, il collo robusto, il mantello nero con pelo abbastanza lungo e il petto presenta una chiazza bianca. Le sopracciglia e le estremità delle zampe sono definite gialle.

Sebbene i molossi dell'epoca si differivano in modo significativo dall'attuale Rottweiler, vi erano già in essi spiccate doti di affidabilità, in un tempo in cui vi era il bisogno di cani che facessero da scorta alle guarnigioni romane, nelle campagne doltr'alpe ed alla guida e difesa del bestiame.

Attraverso numerosi incroci coi molossi dell'epoca si arriva a Rottweil, cittadina tedesca situata a sud del Wurttemberg, che dà il nome al Rottweiler appunto, dove vi era un importante mercato di cereali e bestiame e dove affluivano compratori e venditori da ogni angolo d'Europa.

Forte di questo commercio, vi era il bisogno trà mercanti
e macellai, di creare un cane capace di condurre le mandrie
e proteggere il padrone nei viaggi.
Una razza idonea a tutte le mansioni richiestegli, non ultimo l'utilizzo al "traino".
Prende cosi corpo il Metzgerhound (cane da macellaio in Tedesco), un Rottweiler non ancora come quello dei giorni nostri ma con tutte le caratteristiche di intelligenza, forza, fedeltà, resistenza al dolore fisico e incorruttibilità, che ne faranno il cane da guardia e difesa per eccellenza del XX secolo.

RottweilerUn duro colpo per la razza si ebbe attorno al 1900, dove una legge, che mirava a incentivare il trasporto di bestiame su ferrovia, proibiva la guida di mandrie con cani.
Decisione che ridusse drasticamente l'allevamento del Rottweiler, tanto che nel 1905 si contava una sola femmina in tutto il circondariato di Rottweil.
Ma la razza non correva pericolo di estinguersi perché, per le sue
doti morfo/caratteriali, aveva trovato anche al di fuori della cerchia dei macellai una schiera di ammiratori come cane di utilità e di compagnia.

Riconosciutagli un'ottima addestrabilità, venne dapprima usato in polizia e in campo militare, (era tristemente addestrato ad incunearsi, con cariche esplosive, sotto i carrarmati nemici) e ai giorni nostri, per tutte gli impieghi che un cane può rendere all'uomo. Non per ultimo la pet terapy.

Tutte doti che ne fanno un cane di utilità a 360°.

Carattere

PREGI

  • Molto intelligente
  • Indipendente
  • Riflessivo
  • Equilibrato
  • Coraggioso
  • Devotissimo al padrone e attento nello svolgere i compiti affidatigli
  • Ottimo guardiano e difensore

Cane da difesa intrepido ed efficiente, il Rottweiler è molto ubbidiente e disciplinato, ma solo se riconosce l'autorità del padrone: un'autorità che si acquisisce con la dolcezza, la calma e la coerenza nei comandi. E' dolcissimo e paziente con i bambini, ma diventa feroce con gli sconosciuti, specialmente se hanno la tendenza a "fare i furbi"!

Quando sente minacciato il padrone oppure la sua proprietà, il Rottweiler mette subito in atto il suo sistema di difesa, grazie alla sua indole combattiva e al profondo istinto protettivo che lo anima. Con le labbra retratte e le mascelle aperte a mostrare i temibili denti, minaccia l'avversario, preparandosi ad attaccare; in questi casi è proprio meglio fare marcia indietro! Ma appena passato il pericolo, la sua aggressività scompare e il cane torna ad essere pacifico e tranquillo.

Saggio ed equilibrato, non abbaia mai inutilmente; è assolutamente fedele al padrone e alla famiglia, per i quali è disposto a dare la vita, ha però bisogno di uno stretto legame con il padrone e non tollera di stare alla catena o comunque troppo a lungo da solo.

II Rottweiler figura ai primi posti nella classificazione dei cani da difesa e da lavoro.

È molto versatile e può essere addestrato per differenti servizi, dall'inseguimento dei malviventi all'attacco a comando. Fa parte delle forze di polizia e dell'esercito tedeschi e viene usato soprattutto per controllare i dimostranti. Anche la polizia austriaca e molte carceri americane si servono dei suoi servigi.

In Brasile fa parte dei commandos di paracadutisti, ma può essere addestrato anche come cane da valanga o da catastrofe e come cane antidroga. È in grado di trovare qualsiasi cosa gli venga richiesta, persino i tartufi!

Nel Rottweiler, bisogna fare distinzione tra il maschio e la femmina: sono poche razze in cui la differenza è così evidente. Mentre lui è sempre iperdominante, lei si mostra decisamente più tollerante, cosicché tra gli appassionati della razza vi sono alcuni che prediligono il maschio e altri che preferiscono la femmina. 

Caratteristiche

Il Rottweiler nasce come cane da guardia, da presa e come bovaro. Doveva guidare e proteggere le mandrie. Custodire le proprietà e difendere il padrone. Quando le mandrie vennero spostate in treno e in camion, il cane diventò inutile. Il Rottweiler scoprì però nuovi ruoli: cane militare, cane poliziotto. Cane addestrato all’obbedienza e alla difesa. Cane sportivo.

RottweilerDel mestiere di guardiano rimane la taglia: è grande per impressionare e affrontare i malintenzionati. Un guardiano è piuttosto tranquillo, poco distruttivo. Deve rimanere da solo senza combinare guai. Non deve abbaiare senza motivo. E’ legato alla casa e alla famiglia, più diffidente con gli estranei. Ha il carattere forte e dominante dei guardiani. Non ha paura, anzi, è pronto a bloccare l’intruso mettendosi bene in mostra. Testa alta e sguardo diretto. E’ nero, perché così è più impressionante. E si vede meno la notte.

Dal mestiere di cane poliziotto e cane sportivo riceve invece una maggiore attitudine all’addestramento degli altri guardiani. Accetta di essere guidato. E di essere controllato durante gli esercizi di difesa. E’ più motivato al gioco, più facile quindi da addestrare. Più dipendente dal proprietario. Deve essere pronto a seguire il padrone fuori dalla proprietà. Deve potersi adattare a situazioni diverse. Non essere inutilmente aggressivo o minaccioso.

Vita in famiglia

Anche se è bello ciò che piace, il Rottweiler non è certo un cane spettacolare. Come per il Labrador, chi sceglie un Rottweiler non è attratto soprattutto dal lato estetico. Il successo del Rottweiler è dovuto alla sua attitudine alla guardia e alla dissuasione. E alla facilità di gestione.

Anche se significa accettare delle responsabilità, non è difficile vivere con un Rottweiler. E’ un cane forte e sicuro, più facile da gestire di altre razze da guardia e difesa. E’ grande, ma non troppo. E’ piuttosto calmo, ma anche abbastanza giocherellone. Può essere addestrato, ma non richiede molto movimento. E’ felice di vivere vicino alla famiglia. Ed è un ottimo cane da guardia. Si comporta bene quando passeggia in centro: non tira al guinzaglio e non è aggressivo verso persone e cani.

E’ affettuoso ma non invadente. Un Rottweiler di buon carattere, educato e socializzato, e con un proprietario responsabile, è la migliore pubblicità per la razza.

Per molti ma non per tutti

Anche se ha delle caratteristiche ideali per la vita moderna, il Rottweiler non è il cane per tutti. Altri cani possono essere più adatti a voi, al vostro carattere e al vostro stile di vita. Forse volete un cane che giochi e scodinzoli a tutti. O che sia più vivace. Più piccolo. O più peloso. Qualunque cane vi darà affetto e compagnia. Il Rottweiler è un cane fantastico, ma non è l’unico cane!

Chiedetegli di fare qualcosa per ottenere qualcosa in cambio: un boccone, attenzione e coccole. Premiate i comportamenti graditi, e chiedetegli di obbedirvi in tutte le situazioni. Un cane così grande e forte DEVE essere sotto controllo.

Non stimolate l’aggressività. Non ne ha bisogno per fare la guardia e difendervi. Giocate insieme.
Se volete un Rottweiler, non dimenticate che è un cane, ed è un guardiano. Oltre alle esigenze di tutti i cani deve assolutamente essere educato e socializzato da cucciolo.

Deve imparare che le persone e i cani sono amici. Che è bello andare a passeggio e incontrare gente di tutti i tipi e tutte le età. Dovete dargli compagnia, affetto, movimento. E’ un cane da lavoro: può dimostrarsi indipendente e testardo se non viene educato. Ha bisogno di impegnarsi in una attività. Inserite gli esercizi di obbedienza nella vita quotidiana.

RottweilerSe gli dedicherete affetto, e tempo per educarlo e socializzarlo, il Rottweiler sarà pronto a dimostrare tutte le caratteristiche migliori della razza. Ricordate: non sono lì per caso. Qualcuno le ha accuratamente selezionate e preservate nella razza. Guardate il vostro Rottweiler: è pronto a svolgere il duro lavoro di guardiano, ed è pronto a vivere con voi in un appartamento in città. Non è fantastico?

Standard

Aspetto generale del cane

Il Rottweiler è un cane da medio-grande a grande, robusto, nè massiccio nè leggero, nè evrettato, nè alto sugli arti. Le proporzioni esatte della sua struttura lo vogliono compatto e potente, evocante grande forza, elasticità e restistenza.

Importanti proporzioni
La lunghezza del tronco, misurata dalla punta dello sterno alla protuberanza ischiatica, non dovrebbe superare l'altezza al garrese più del 15%.

Comportamento e carattere
Discende da stirpe socievole e pacifica e per natura ama i bambini; è affettuoso, obbediente, addestrabile ed amante del lavoro. Il suo aspetto imponente lascia intuire le sue origini. Il suo comportamento è sicuro, solido di nervi ed intrepido. E' sempre vigile e attento al mondo che lo circonda.
 
Fisionomia

Cranio:
di media lunghezza, cranio largo tra le orecchie, l'osso frontale, visto di lato, solo moderatamente convesso. L'occipite è ben sviluppato senza sporgere eccessivamente.
Stop: salto naso frontale pronunciato.
Naso: la canna nasale è diritta, larga alla base e con moderato assottiglia mento.
Il Tartufo ben conformato, è piuttosto largo che arrotondato, sempre nero con narici proporzionatamente grandi.
Muso: non deve mai essere lungo o corto rispetto al cranio.
Labbra: nere, aderenti con commessura labiale chiusa, le gengive devono essere scure.
Mascella: forte e larga sia la superiore che la inferiore. Guance: pronunciate arcate zigomatiche.
Dentatura: completa ( 42 denti), robusta con gli incisivi superiori che si chiudono a forbice sopra quelli della mascella inferiore.
Occhi: medio-grandi, a forma di mandorla, di colore marrone scuro con palpebre ben aderenti.
Orecchie: medio-grandi, pendenti, triangolari, attaccate alte e ben distanti l'una dall'altra. Orecchie ben inserite, quando sono rivolte in avanti, conferiranno una maggior larghezza al cranio.
Collo:potente, moderatamente lungo, ben muscoloso, leggermente arcuato, asciutto, senza giogaia o pelle lassa sotto la gola.

Tronco
Linea dorsale: diritta, forte, solida.
Zona renale: corta, forte e profonda.
Groppa: larga, di media lunghezza, leggermente inclinata, nè diritta nè scoscesa.
Torace: spazioso, largo e profondo (approssimativamente il 50% dell'altezza del cane al garrese) con petto ben sviluppato e costole ben cerchiate.
Addome: fianchi non retratti.
Coda: al naturale in prolungamento della linea superiore, a riposo pendente.

Arto anteriore: nel complesso, gli arti anteriori, visti di fronte, sono diritti e non restringentisi. Visti di lato, il braccio è diritto. L'angolazione della spalla dovrebbe essere di circa 45°.
Spalla: ben piazzata.
Omero: ben aderente al tronco.
Avambraccio: vigorosamente sviluppato e muscoloso. Metacarpo: leggermente elastico, forte e non rigido.
Piedi: rotondi, dita chiuse e ben arcuate, suole dure, unghie corte, nere e forti.

Arto posteriore: nel complesso, visti da dietro, gli arti posteriori sono diritti e non chiusi. In stazione di riposo l'articolazione tra la coscia e la gamba forma un angolo ottuso.
Coscia: di media lunghezza, larga e molto muscolosa.
Gamba: lunga, robusta e con larga muscolatura, vigorosa con forti tendini, ben angolata, non rigida.
Piedi: leggermente più lunghi degli anteriori, altrettanto compatti, arcuati, con forti dita, senza speroni.

Movimento
Il Rottweiler è un trottatore. La linea dorsale rimane solida e relativamente ferma. L'andatura è armoniosa, sicura, potente e sciolta con buona falcata.

Pelle
La pelle sulla testa è ben tesa ma si possono formare leggere rughe quando il cane è in attenzione.

Mantello
Qualità:
è formato da pelo e da sottopelo. Il pelo è di media lunghezza, duro, aderente, compatto. Il sotto pelo non deve sporgere dal pelo. Sugli arti posteriori il pelo è leggermente più lungo.
Colore: nero con focature intense marrone-rossiccio ben delineate sulle guance, sul muso, sotto il collo, sul petto e sugli arti come pure sopra gli occhi e sotto la coda.

Altezza e peso
Altezza dei maschi: da 61 a 68 cm.
Peso: circa 50 Kg.
Altezza delle femmine: da 56 a 63 cm.
Peso: circa 42 Kg.



Torna all'elenco di razze dei cani