Le razze canine

Volpino Italiano

Articolo inviato da Luisa Caiani.
Allevamento "IVIBI"

Origini

Volpino ItalianoUn batuffolo di pelo bianco, vitreo al tatto, alto al massimo trenta centimetri, pelo raso sul muso con occhi scuri con rime, labbra e naso nero. Orecchie dritte e rasate che escono dalla folta criniera pronte ad ascoltare qualsiasi rumore forestiero. Tronco robusto con pelo sempre sollevato, cosce muscolose e ricoperte da molto pelo frangiato mentre le zampe si differenziano per essere a pelo corto dando risalto alle abbondanti frange del posteriore e alle lunghe frange degli arti anteriori a pelo raso. La coda ricade sul dorso con tutta la sua ricchezza di frange come un piumino della belle époque. Il capostipite antichissimo, deve ricercarsi nel Cane della torba. I fossili neolitici rappresentano soggetti con caratteri del tutto analoghi al Volpino moderno. La diffusione del Volpino risulta grandissima in una vasta zona del mondo antico. Tipi analoghi si reperiscono – siamo sempre all’epoca preistorica – ed in misura abbondante nell’Asia settentrionale meridionale ed orientale fino alle isole dell’Oceano Pacifico ed a ponente sino al Madagascar. Si rintracciarono tipi del genere nell’interno dell’Africa. Altri incontrarono il Volpino in figurazioni egizie dell’epoca faraonica. Si trovarono figure nell’epoca dell’antica Micene in Grecia e successivamente in Italia così come si trovarono reperti osteologici nella colonia celtica di Siggenthal ed in quella romana di Vindonissa. Molti altri naturalisti reperirono nelle più svariate località residui atti a comprovare che il Volpino era sparso ovunque.

Cane nei tempi passati da re e regine, diffusissimo , specie nella Toscana ove, un tempo, lo si chiamava “Volpino di Firenze”. Anticamente era anche chiamato “Cane del Quirinale” e si dice fosse stato anche il cane di Michelangelo. Passato poi in disgrazia, è diventato “il cane dei carrettieri” di cui custodiva, con animo coraggioso, il carico. E’ un cane che ha saputo adattarsi e sopravvivere agli eventi della vita: è per questo un cane robusto e di poche pretese.

Caratteristiche

Volpino ItalianoUnico suo desiderio è un padrone da amare e da lui essere amato.Ultimamente, grazie a grandi appassionati cinofili, è allevato con grande scrupolosità e si possono trovare ottimi soggetti in tipo e ben pigmentati. A chi fosse alla ricerca di un volpino italiano verace consiglio di consultare il sito dell’Associazione tecnica amatori volpino italiano, associazione che sta per essere riconosciuta dall’ENCI, sul quale si possono trovare tutti i nominativi degli allevatori di Volpino Italiano, suddivisi per regione. Il Volpino Italiano non abbaia per nulla: essendo un cane d’allerta segnala prima di qualsiasi altro cane un rumore fuori dalla norma, attirando l’attenzione del suo collega da guardia. Ecco che, nei tempi passati, non c’era corte senza volpino ed il suo molosso: il primo preannunciava l’arrivo di un forestiero ed il secondo difendeva con la sua massa l’area cortiliva.
Se qualcuno desidera fare del moto, sportivamente, può con il volpino dedicarsi con successo all’Agility. Alcuni soggetti sono arrivati in breve tempo ad essere campionissimi in questa disciplina. Visto il mantello con pelo vitreo, il Volpino Italiano non pretende cure difficili ed impegnative, basta spazzolarlo settimanalmente contropelo con una spazzola per capelli e con un cardatore, soprattutto dietro le orecchie, dove facilmente si formano nodi.
Durante la muta, che avviene due volte l’anno le spazzolature dovranno essere giornaliere. Non preoccupatevi se il sottopelo scompare lasciando il cane semi nudo, intravvedendo la pelle rosea: il pelo in breve tempo ritornerà folto e più bello di prima. E’ un Volpino Italiano e questa è una delle differenze sostanziali dallo Spitz Tedesco.

Carattere

Volpino ItalianoIl carattere del Volpino Italiano è dolce e coccolone. Da quando entra in casa vostra non fa che studiarvi mossa per mossa, passo per passo e riesce a valutare al massimo cosa può fare per ottenere ciò che vuole. Non esige nulla con prepotenza, ma con calma ed insistenza arriva sempre al suo scopo. Che l’abbiano chiamato Volpino, più che per il suo mantello, per la sua furbizia?... Quindi attenti: tutti i vizi che gli concedete da giovane dovrete darli per tutto il tempo della sua convivenza.

E’ come un tarlo: poco a poco entra per sempre nel vostro cuore umano. L’avere un volpino lascia una traccia in noi per tutta la vita.



Torna all'elenco di razze dei cani