Salute del cane

Pulizia degli occhi e delle orecchie

Pulizia degli occhi

Molto spesso si vede sul pelo vicino agli occhi del nostro animale una striscia brunastra e umida dovuta ad una eccessiva lacrimazione. Le cause di tale lacrimazione possono essere dovute ad una difficoltà di drenaggio del condotto naso-lacrimale o ad un aumento della produzione lacrimale per infiammazione della congiuntiva causata da agenti virali, batterici, atmosferici o per cause anatomiche del globo oculare stesso.

Per tenere pulito il contorno degli occhi ed evitare che tale secreto sia responsabile della formazione di nodi difficili da togliere è sufficiente spazzolare con un pettinino tutti i giorni i cani a pelo lungo e passare una garza inumidita con soluzioni quali l'acqua borica o la camomilla.

Nel caso invece sia presente un arrossamento dell'occhio (congiuntivite) il consiglio è quello di provare a trattare tale infiammazione instillando delle gocce di camomilla nell'occhio anche 3-4 volte al giorno; se però l'arrossamento non dovesse migliorare allora la visita dal veterinario diventa indispensabile.

Nelle razze che soffrono di esoftalmo (globo oculare sporgente verso l'esterno) il consiglio è di somministrare tutti i giorni un preparato alla camomilla o delle lacrime artificiali per tenere umido l'occhio e ridurre le lesioni degli agenti atmosferici.

Per mettere il collirio si deve tenere ferma la testa dell'animale e con il pollice della mano posta sulla testa si effettua una leggera pressione sull'occhio, mentre con l'indice dell'altra mano si abbassa leggermente la palpebra inferiore così da esporre lo spazio congiuntivale dove poter instillare le gocce.

Pulizia delle orecchie

Tale manualità è necessaria per evitare che il secreto auricolare possa determinare una infiammazione del condotto (otite). È necessario tenere pulito dai peli il condotto e per tale motivo si devono "strappare" i peli che lo occludono (in commercio esiste una polvere che fa seccare i peli e ne facilita la loro eliminazione): si prende un ciuffo di peli tra pollice e indice e si tira con decisione verso l'esterno. Per pulire le orecchie bisogna utilizzare dei prodotti specifici reperibili in commercio che poi devono essere tolti usando dei cotton-fioc inumiditi.

Se si nota che l'animale scuote costantemente la testa e si gratta spesso le orecchie allora è meglio rivolgersi al veterinario per valutare tutto il condotto auricolare ed escludere la presenza di corpi estranei.

Per pulire le orecchie una persona deve tenere ferma la testa dell'animale mentre l'altra tiene con una mano l'orecchio da trattare e con l'altra mette le gocce nel condotto, poi lo massaggia delicatamente e in seguito le rimuove con i cotton-fioc

Torna alla sezione "Salute del cane"